In continuazione delle attività intraprese allo scopo di proseguire il percorso di informazione e formazione inerente la sicurezza portuale, la CCIAA di Gorizia - Azienda Speciale per il Porto di Monfalcone, ha organizzato una serie di incontri di periodico aggiornamento in materia di sicurezza, anche alla luce del recente D.Lgs n. 81 del 9 aprile 2008.

Gli incontri si sono tenuti secondo il seguente calendario:
7 maggio 2008 - "Pianificazione prova pratica"
9 maggio 2008 - "Prova pratica gestione emergenza"
13 maggio 2008 - "Commenti ed informazione/formazione"

Nell'incontro del 7 maggio 2008, è stato illustrato ai portatori d'interesse (operatori portuali, rappresentanti delle aziende ed istituzioni operanti in ambito portuale, agenzie marittime..) il sistema di gestione delle emergenze portuali, pianificando nel contempo l'esecuzione di una prova pratica simulante un incidente presso un intersezione ferrovia - viabilità viaria con connesso incendio e immediato primo intervento da parte della squadra d'emergenza della Compagnia Portuale S.r.l., richiesta d'intervento ai VV.FF, 118 ed altri soccorsi.

Il giorno 9 maggio 2008 si è svolta la simulazione descritta con prova d'uso di estintori, idranti ed ulteriori interventi quali una prova di evacuazione generale delle palazzine servizi di proprietà dell'ASPM. Al termine di tale simulazione si è tenuto un breve briefing con i soggetti coinvolti al fine ottenere informazioni utili alla valutazione del sistema di gestione dell'emergenze implementato. Da tale briefing nonchè dalla simulazione pratica eseguita, sono emersi i seguenti indirizzi:

  • migliorare la conoscenza generale relativa all'organigramma delle persone impiegate nella gestione delle emergenze e relative competenze nonché relativamente ai comportamenti da adottare in situazioni d'emergenza evidenziando le nuove prescrizioni previste dal D.Lgs n. 81 del 9 aprile 2008;
  • migliorare le indicazioni relative a presidi antincendio ed impianto idrico antincendio.

Il 13 maggio si è tenuta una riunione presso la sede dell'ASPM per analizzare la bontà degli incontri e simulazioni precedenti. In tale sede, sono emerse principalmente due proposte migliorative per soddisfare le esigenze emerse nell'incontro del 9 maggio:

  • adottare, quale strumento per la gestione delle emergenze, una planimetria dell'area portuale di Monfalcone con una zonizzazione della stessa con evidenza, per ciascuna zona, delle possibili situazioni di rischio e l'evidenza delle misure di prevenzione e protezione correlate;
  • programmare delle riunioni periodiche con gli addetti alla sicurezza in area portuale con il RSPP dell'ASPM, dott. Francesco Vitelli.